Author: Valentina Sacco

Foglie Ginko in Autunno

7 mosse per fare dell’Autunno un alleato

Affrontare il cambio stagionale degli armadi non è il problema più grande in autunno, ansia e stress possono farsi sentire più del solito; ecco 7 mosse per allearti con l’autunno. Lo sai già, in autunno cadono le foglie, le ore di luce diminuiscono sensibilmente, l’umido e la transizione verso l’inverno non ti portano solo a fare il cambio stagionale degli armadi, ma anche ad affrontare le conseguenze di questo periodo sia a livello fisico che mentale ed emotivo! Se vuoi approfittarne e lasciar andare qualche vestito di troppo qui trovi uno schema sintetico per farlo al meglio. Uno sguardo interiore Ma c’è un motivo per cui vale assolutamente la pena viverlo ed è che per il cervello questa stagione agevola notevolmente la capacità introspettiva ed auto-osservativa che ti permette di portare l’attenzione a “cosa sta veramente accadendo”, proprio come se tu fossi la linfa degli alberi che in autunno si ritira dalla periferia verso l’interno più profondo. Questo è uno dei periodi migliori per dirigere e investire su di te con l’ auto-formazione e i …

3 motivi per cui annoiarsi è auspicabile

Questo articolo è un inno alla noia ed è nato nella metro A di Roma durante un week-end di formazione, mentre seduta aspettavo la fermata in cui scendere, con una specie di sorrisetto idiota stampato sulla faccia, osservavo le persone con cui stavo condividendo quella trasferta metropolitana. Praticamente tutti i viaggiatori, di sesso, etnia ed età differenti, in piedi o seduti, erano impegnati a leggere, ascoltare o scrollare il loro cellulare! Ovviamente è una cosa che faccio anche io, in treno o specialmente in situazioni di attesa in coda alle poste o dal medico. Dopo tutto si producono un miliardo di cellulari all’ anno, secondo il magazine “Voglio vivere così”; qualcosa mi dice che ormai non siamo noi ad usare loro, ma loro ad usare noi, eheh. Così quella volta anziché dare seguito al solito automatismo mi sono fermata e mi sono chiesta: cosa mi impedisce di rimanere in attesa senza “fare” qualcosa nel frattempo? come mai senza quasi accorgermi tiro fuori il cellulare dalla borsa o tasca e comincio a scorrere tra notifiche social, …

La sincerità è come una bambina da prendere per mano

Di autenticità e congruenza

Oggi ti voglio parlare dell’autenticità perché mi sono resa conto che questo termine è stato molto spesso confuso con l’impulsività, utilizzato a vanvera, decontestualizzato. Lo penso col cappello del counselor, che ha un interesse professionale a che ci sia una diffusione corretta del significato e dell’importanza di questo comportamento, ma anche da perfetta sconosciuta entrata nel mondo del web da poco più di due anni, che sente che tutti quelli che ci sono hanno una qualche responsabilità nel non alimentare l’ignoranza, almeno quando è possibile. Autenticità Essere autentici non vuol dire: dire tutto quello che ci passa per la testa in un dato momento o situazione a chiunque; dire sempre la verità (che poi: esiste una verità sempre condivisibile?); non avere pudore per certi aspetti privati (questa sono io!); straripare di parole, giudizi e quant’altro perché convinti che questo sia essere liberi; non considerare il diritto dell’altro di non subire il nostro “sproloquio”! Essere liberi e vivere in una democrazia non vuol dire non avere la responsabilità delle conseguenze delle nostre parole o azioni. Come …

Donna seduta al tramonto

Perché utilizzare una Visualizzazione, a cosa serve.

Se vuoi sapere perché utilizzare una Visualizzazione continua a leggere questo post e scoprirai che visualizzare è una capacità collegata ad una funzione psicologica, quella immaginativa. Questa funzione è utile per immaginare il tuo attore preferito nella vasca da bagno, eheh, ma anche per svolgere concretamente un’ azione (entrarci pure tu nella vasca XD!). Come funziona Ogni volta che nella vita abbiamo appreso qualcosa, il nostro cervello ha prima immaginato quel “qualcosa” per imparare a farlo e anche se questo processo è inconsapevole, gli studi di neuropsicologia hanno studiato come si attiva questa funzione. E’ stato dimostrato, infatti, che quando si immagina di fare un movimento o un’azione, viene attivata l’area premotoria del lobo frontale che è deputata a programmare il movimento e, anche se poi esso non verrà svolto, l’azione verrà “preparata”. Un esempio pratico di come si utilizza questa funzione, è quello di un’ attività molto complessa come quella di una gara agonistica. In questi casi è parte integrante dell’allenamento dell’atleta immaginare ogni aspetto della gara, ancora prima di svolgerla. Questo viene fatto …

Chiocciola che supera un ostacolo

I 5 ostacoli al cambiamento

Significato del termine cambiamento [cam-bia-mén-to] s.m. Mutamento, trasformazione, variazione: c. di clima, di vita, d’umore; c. di proprietà || c. di scena, a teatro, mutamento degli scenari ~fig. improvviso e radicale mutamento di situazione, di atteggiamento. Quante volte hai affrontato il cambiamento nella vita, che tu ne sia consapevole o meno, sai che è una realtà inevitabile. Così come si dice che il mutamento è vita e ciò che non muta è senza vita! I principali sono: Il cambiamo fisico, non è il caso di ricordarti gli scatti di crescita della pubertà (forse uno dei primi cambiamenti che mette in crisi) e della maturità sessuale (ed ecco il secondo, eheh); negli “adulti” ci sono i cambiamenti legati alla Maternità, alla Menopausa o al ciclo del Testosterone (chissà se è influenzato dalla luna o da marte?); Il cambiamento emotivo, certamente collegato a tutte queste fasi di sviluppo fisico, ma aggiungiamo anche quelli legati alla ciclicità stagionale, ai ruoli familiari, professionali e sociali; Il cambiamento mentale, questo è molto più raro, ed è proprio quello che invece andrebbe ed …

Campo coltivato con albero

L’Estate è qui, sei pronta?

Ci siamo, con il Solstizio d’Estate, siamo ufficialmente entrati nella stagione dell’abbondanza, delle vacanze e delle ore di luce che alla sera ci regalano passeggiate nel Corso o in gelateria (io ne ho una fantastica vicino casa e invece l’Omeopata mi ha messo a stecchetto!). Eppure in questo giugno non scriverò di come prepararti ad un Viaggio o ad una Vacanza, o di Prove Costume tardive, scrivo di come tutto rimane così com’ è, mentre le cose cambiano. Questa frase è un po criptica, lo so, ma non saprei come altro descrivere la sensazione del cambiamento vissuto nel qui ed ora. E’ come una sensazione famigliare, già nota, una sensazione come… di ritorno a casa, ma nello stesso tempo c’è freschezza, energia e una sensazione di novità. E’ questo che avviene dopo che “qualcosa” che non piace e crea disagio viene accolto anziché allontanato e messo da parte. Accolto e ascoltato con una modalità differente, diversa dall’ordinario, come …come se qualcuno dicesse di Sì a quella sensazione anche se scomoda e fastidiosa. Vabbè se volevo leggere …

Obesità: 3 cose che devi assolutamente sapere

Di obesità si parla poco e spesso male, è ora di sapere almeno 3 cose sull’argomento. Nei giorni scorsi Enrica Crivello (lei e Ivan Rachieli hanno questa cosa fighissima chiamata Guido) ha segnalato nelle sue stories la puntata 589 del podcast di The American life “Tell me I am fat” in cui 3 persone parlano della loro obesità in 3 situazioni differenti e mi è molto piaciuta. SINCRONICITA’ La stessa settimana sulla rivista Internazionale (ultra consigliato perché si occupa di questioni di cui non senti parlare nei telegiornali ma soprattutto ha degli articoli sul nostro paese davvero illuminanti) mi ha colpito un articolo scritto da un giornalista sportivo americano con problemi di peso e anche questo mi è piaciuto molto per come è stato trattato l’argomento. Per finire la sequenza di coincidenze, il lunedì successivo sono dovuta andare in farmacia a prendere delle pastiglie e la commessa si è sentita in dovere di consigliarmi un macchinario sciogli grasso per addome, hai presente quelli che andavano di moda negli anni 80 che praticamente facevano ginnastica passiva …

Mercurio retrogrado mi fa un baffo!

Mercurio retrogrado mi fa un baffo! Sono nata a marzo e il mio compleanno quest’anno è coinciso con la luna nuova, e con mercurio retrogrado (dal 5 al 28 marzo). Ora…, io non sono esperta di questo tipo di astrologia, ma per chi ne sapesse ancora meno di me, mercurio retrogrado non vuol dire che il pianeta inverte la rotta sulla sua ellisse e va in retromarcia, eheh, ma si crea questa illusione rispetto gli altri pianeti. Per spiegarlo più semplicemente, è un po’ come quando sei in treno e si affianca un altro treno che va più veloce, per un attimo ti può sembrare che il tuo treno vada all’ indietro! Quando Mercurio è Retrogrado, infatti, il pianeta si trova in una fase di debolezza e le cose sembrano andare per il “verso sbagliato”. Possono esserci ritardi, situazioni frustranti, mancanza di chiarezza nelle comunicazioni e fraintendimenti all’ ordine del giorno. Ma come spesso accade, non tutti i mali vengono per nuocere! Mercurio non si diverte a fare i dispetti, ma pone i riflettori su …

Di blocchi creativi e modi per superarli

Il mese della super luna è alla fine e il post blog mensile che di solito pubblico con la luna piena deve ancora essere scritto. Allora realizzo che può essere una buona occasione per mettere in pratica ciò che insegna il Focusing e superare il blocco di qualsiasi natura. Cosa si fa in questi casi? Si parte dal principio e dal perché, decido di ricordare perché voglio scrivere un blog, qual è l’obiettivo, la vision (diffondere il Metodo Focusing) e in senso più specifico qual è lo scopo per cui scrivere il prossimo post (collegarlo a un progetto in corso)? Tu puoi chiederti cosa c’è dietro quella cosa che dovresti fare ma non fai; perché invece di solito la fai? Che motivazione hai per portare avanti quel dato impegno, quel comportamento o altro, non essere frettolosa/o e senti nel corpo cosa succede in corrispondenza di ogni possibile motivazione. Se vuoi un aiutino, in questo post trovi l’ “esercizio dei perché”. La mia motivazione ce l’avevo sotto agli occhi… era proprio la difficoltà, il percepire qualcosa …

albero spoglio

Di cicli naturali ed energia vitale.

In inverno tutto rallenta e si ritira, i terreni restano incolti, gli alberi stagionali spogli, alcuni uccelli migrano, altri animali vanno in letargo o semi-letargo. In quanto esseri viventi che fanno parte di questa natura, la qualità di questa energia vitale non può che rispecchiarsi anche in noi. Lo sapevano bene le culture orientali dalle quali arrivano lo yoga e la medicina tradizionale cinese che da millenni ne tengono conto nel quotidiano vivere. L’energia vitale oggi. Purtroppo la vita di oggi, frenetica, ambiziosa e consumistica non da modo di rallentare e di sentire quello che accade al nostro “terreno”. Il risultato è che questo non si purifica e non si rigenera come dovrebbe. La conseguenza più visibile e condivisa da tanti è la stanchezza che non permette all’ organismo di assecondare lo slancio energetico tipicamente primaverile della vita che sboccia colorata e ricca di varietà. Quell’ energia vitale non compare dal nulla, è il risultato del riposo al buio, del ritiro della linfa alle radici e del rallentamento invernale. Questo stato consente al tutto di rigenerarsi per …