All posts filed under: Focusing del Dott. Gendlin

Il Focusing è il nome che il Dott. Gendlin diede alla ricerca che gli permise di scoprire la capacità naturale in alcuni soggetti, di migliorare e guarire per via di un “atteggiamento” di ascolto dal “di dentro” che, assecondato, portava poi a cambiamenti significativi al “di fuori” e quindi nel comportamento. Il Dottor Gendlin ne ha elaborato un Metodo così da poterlo insegnare a chi non ricordvaa più tale atteggiamento o non aveva potuto potenziarlo prima.

Focusing con Germana Ponte, l’intervista

In questa intervista conosciamo la Coordinatrice italiana di Focusing Germana Ponte, colei che mi ha formata come Trainer, è Laureata in Sociologia, Counselor, giramondo per lavoro e passione. Valentina: Ciao Germana, per chi non ti conosce o non è del mondo del Focusing, tu sei una delle prime Coordinatrici italiane del Metodo Focusing del Dott E.TGendlin, sei quella che ha portato il focusing nel nord Italia. Sono almeno 15 anni che insegni questo metodo a chiunque voglia conoscersi meglio. Inoltre hai formato molti Practitioner che usano il focusing nelle loro professioni, e diversi Trainer che lo insegnano, e anche alcuni Coordinator che formano a loro volta dei Trainer. Germana: Sì, esatto…dico anche sempre che il Focusing è il mio amore senile, avendolo scoperto a carriera inoltrata di tutt’altro genere; e questa nuova perla mi ha portato a una maggiore armonia interiore e a una fiducia sana e profonda nel mio potenziale. Praticando e insegnando il Focusing ho infatti scoperto che c’è molto di più del Felt Sense (metafora corporea che riassume ogni nostro vissuto). Valentina: …

Focusing con Gioia De Marzi, l’intervista

Premessa L’intervista di Gioia De Marzi, è la prima di una nuova rubrica del blog dedicata ai professionisti che utilizzano il Metodo Focusing. Come raccontavo nel mio primo post del blog, e in ogni occasione che mi si presenta, Gioia De Marzi ha un posto speciale nel mio cuore di Focuser dal lontano 2013, quando dopo la formazione in Counseling Psicosintetico conobbi la stessa Gioia e iniziò il mio viaggio nel mondo del Focusing, proprio grazie al suo Corso di Focusing Base. Con lei ho imparato il Metodo del Dott. E.Gendlin, primo step necessario per diventare poi, dopo altri due anni, Trainer a mia volta. Con lei e la sua grande competenza e generosità nel condividerla, ho potuto scoprire questo strumento che definisco di self-help e che, come ricorda lo stesso Gendlin, praticandolo assiduamente è possibile trasformare da pratica di crescita personale ad atteggiamento di vita. Ed così che è avvenuto anche per me! Le parole di Gioia Con grande riconoscenza e tante emozione ora ti lascio alle parole di Gioia affinché lei stessa possa …

lettere su tavolo a formare titolo

Emozioni…collera, disgusto e stupore

In questo post esploriamo altre 3 emozioni primarie: la collera, il disgusto e lo stupore. Anche loro hanno fatto parte del percorso gratuito Il corpo alleato: ritrovimo la rotta? Se ti sei persa tristezza, paura e gioia le trovi qui. Mentre qui trovi Emozioni, limiti o risorse? Collera E’ un’emozione, anche questa come la tristezza, molto giudicata socialmente. la Collera più comunemente denominata Rabbia. Qual è la funzione della rabbia? Si prova questa emozione quando percepiamo di aver subito un torto, un danno ingiusto, una violazione dei propri diritti. La percezione di questa causa è però anche molto condizionata da fattori che riguardano il linguaggio, l’educazione e le strategie imparate per influenzare gli altri e noi stessi, perciò è importante comprendere che questo modo di esprimere un bisogno inascoltato nasconde anche un dolore molto forte. In quel momento c’è una incapacità a esprimere i propri bisogni e non riuscendo a soddisfarli ciò crea la sensazione di essere “costretti” a reagire così. Come per tutte le emozioni anche qui c’è una interpretazione cognitiva, un pensiero che …

tessere di legno con lettere stampate

Emozioni…paura, tristezza e gioia.

Prima parte di un lungo articolo creato con le mail del percorso Il corpo alleato: ritroviamo la rotta?  qui le prime 3 emozioni definite primarie, perché comuni a tutte le culture e popolazioni: paura, tristezza e gioia. La premessa alla loro formazione e funzione puoi leggerla qui.   PAURA Qual è la funzione della paura? La funzione della paura è quella di garantire la sopravvivenza e la nostra sicurezza. Come si manifesta nel corpo fisico? Bocca secca, tensione muscolare, aumento della frequenza del respiro e del battito cardiaco, della motilità intestinale, aumento della sudorazione, calo della temperatura, aumento adrenalinico che ci prepara alla fuga, alla reazione e perciò all’ azione di protezione del corpo con un abbassamento della capacità intellettiva. E ciliegina sulla torta, aumento dell’ansia. Questo avviene nella forma PURA, perciò pensa a tutte le volte che dici di avere paura ma non hai tutti questi segnali, forse è timore, preoccupazione, apprensione? O cos’ altro?… quante sfumature ci sono tra la l’ avere questi segnali di paura e lo stare bene! Altre emozioni collegate …

Azioni efficaci in 5 mosse

Come rendere le tue azioni più efficaci ed efficienti in 5 passi

In questo post ti suggerisco 5 passi necessari a rendere le tue azioni efficaci ed efficienti per i tuoi obiettivi e come farli aderire completamente a chi sei tu. Mentre se vuoi leggere della buona azione o dell’azione buona lo puoi fare qui. Sono passi necessari da tenere presente quando vuoi raggiungere un obiettivo sia nel lavoro che nelle altre aree della tua vita. Per ogni obiettivo occorre pianificare azioni (task) e sotto-azioni (sotto-task) collegate al fare, ma anche necessariamente all’essere, nel senso di chi deve mettere in atto le azioni, ossia tu! Quali azioni Le azioni per realizzare i tuoi obiettivi, non solo devono risultare efficaci per, ma possibilmente anche efficienti. Così ti permetteranno di raggiungere il massimo risultato con la minima spesa non solo in termini economici, ma anche energetici. Inoltre che tengano conto e delle altre risorse necessarie, come abilità, talenti, competenze, contatti, che spesso dimentichi di possedere. Senza accontentarti di soluzioni generali scritte per tutti indistintamente, incluso ciò che ti suggerisco io in questo post, ma cercando soluzioni che garantiscano il …

Dormire bene ai tempi del covid

Come dormire bene ai tempi del Covid

Dormire bene ai tempi del Covid non è impresa facile. Ma se continui a leggere troverai spunti e suggerimenti per superare questa difficoltà nel dormire. Sia che ci si trovi davanti alla difficoltà all’ addormentamento, che a risvegli precoci o a sonno disturbato, si è sempre in presenza di insonnia. Le cause Quando le cause sono collegate a qualche evento specifico, come in questo caso, si parla di insonnia situazionale. Questo tipo di insonnia che non permette di dormire bene, può durare da pochi giorni a settimane e di solito, la scomparsa del fattore scatenante determina una remissione del disturbo. La situazione di tempo sospeso e incertezza per tre mesi e ora la ripresa lenta e non completa dalla pandemia di Covid, ha sicuramente causato uno stato di ansia ed apprensione che possono essere causa di stress tra i cui sintomi può esserci,appunto, l’insonnia. Con l’arrivo della bella stagione e delle giornate più lunghe in termini di ore di luce, è possibile che l’organismo faccia anche fatica a ritrovare il ritmo tra le ore di …

meditazione e focusing

Meditazione e Focusing

Meditazione e Focusing hanno dei punti di contatto tra loro, ma anche delle differenze di prassi e finalità, prosegui nella lettura e le scoprirai anche tu. Inoltre potrai conoscere anche le più diffuse modalità e discipline meditative. Sulla meditazione che è uno stato dell’ essere e non del fare, puoi leggere altri articoli Come meditare Parte Prima, Parte Seconda, gli Effetti della Meditazione in ordine di tempo. Le principali affinità tra Meditazione e Focusing sono in relazione ai cambiamenti che causano, come: gli effetti rigeneranti a livello del corpo fisico mentale-emotivo ed energetico-spirituale, se praticate regolarmente; un diverso atteggiamento negli imprevisti e nelle avversità, come più calma e più pazienza; la diminuzione degli automatismi come re-azioni eccessive e/o negazione alle emozioni, ai pensieri ricorrenti e alle sensazioni fisiche collegate; una maggiore capacità di mantenere lo Stato di Presenza e la consapevolezza nei momenti di disagio e difficoltà sostanzialmente dovuti all’incapacità di rimanere tranquilli e calmi in situazioni “sconosciute” o nuove e per questo fonte di ansia, paura e stress. una capacità di resilienza ed equanimità gradualmente sempre …

Pulizie di Primavera, perché farle?

Le pulizie di Primavera non mi sono mai piaciute, se anche per te è così, continua a leggere e scoprirai perché ho cambiato idea. Da quando lavoro come freelance e passo più tempo in casa perché è anche il luogo del mio ufficio/studio ho scoperto che sono meno pallose di quando lavoravo 8 ore come dipendente ed  ero sempre troppo stanca per occuparmene come si deve. Riducendomi sempre all’ultimo e lasciando indietro sempre qualcosa che inevitabilmente si accumulava per la volta successiva. Ora, invece, sono una buona occasione per prendermi una pausa proprio dalla routine quotidiana di lavoro e nella situazione particolare di quest’anno ancora di più per i motivi che leggerai di seguito. Gli effetti della cleaning therapy o terapia del pulire. Una premessa da fare è che le pulizie di Primavera richiedono uno sforzo in quanto arriviamo dall’ Inverno dove tendiamo a rallentare e per questo siamo anche un po appesantiti. Ricominciare rassettando qualcosa, pulendo qui e là, riordinando le stanze di casa può aiutarti a riprendere il ritmo e a riattivare l’energia …

Arcobaleno

Se la paura fa novanta, tu fai qualcosa…ma non ignorarla!

La paura di questi giorni è la base da cui partire per questo viaggio verso la pace, la mia parola guida di questo mese, guarda caso. La pace non è difficile da comprendere, lo è di più da raggiungere e secondo me soprattutto da mantenere perché tutti noi abbiamo ricordi, sensazioni e vissuti di pace ma diciamolo, non è la nostra condizione abituale. Comprendere la Pace Come dice Vimala Thakar: “La vera pace, sia individuale sia mondiale, non è frutto di marce o di riunioni ai vertici, ma potrà derivare solo da una trasformazione della persona, da una ‘mutazione’ globale, olistica.” Raggiungere la pace Implica una costante osservazione di come “risuoniamo” agli eventi esterni , sì perché non sono i fatti a produrre conseguenze, ma come noi interpretiamo ed elaboriamo gli stessi che poi è il motivo per cui tuo marito fa le pulizie di casa e tu non te ne accorgi, eheh. Come spiegavo nella serie di post sulla meditazione, il nostro IO inforca sempre occhiali differenti e non esserne consapevoli crea delle sviste …

Maschera di carnevale

E’ Carnevale, ma la maschera la portiamo tutto l’anno!

Questo mese si festeggerà il Carnevale e le persone a cui piace si travestiranno e metteranno delle maschere. Io festeggerò diverse ricorrenze, dalla Giornata internazionale delle ragazze e delle donne nella scienza, alla Giornata della gentilezza passando anche dalla Giornata mondiale contro il cancro; ma il Carnevale no, non è una ricorrenza che mi piace particolarmente. Sin da bambina mi creava problemi, principalmente per questi motivi: non amavo travestirmi perché il costume da indossare era sempre già stato usato almeno da una delle mie 3 sorelle; mi sentivo sempre a disagio come se stessi dicendo una bugia; odiavo gli scherzi stupidi dei compagni di classe. Ma questa festa mi ha permesso di riflettere sul significato della maschera a livello psicologico e quindi, se vuoi conoscere la relazione tra persona e maschera, continua a leggere. Persona o maschera Il termine Persona deriva dal latino, e ancor prima dall’etrusco, e significava “maschera dell’attore” ma anche “per-sonare”, infatti veniva usata per amplificare la voce a teatro. Persona come ruolo, come ciò che noi presentiamo al mondo e che …