All posts tagged: respiro

Pietre in equilibrio sulla spiaggia

Prendersi cura di sé: pratiche, strategie, ostacoli #1

Prendersi cura di sé: strumenti, strategie ed ostacoli è il titolo di una serie di articoli del blog dedicati all’argomento del perché prendersi cura di sé, dei modi di farlo e dei maggiori ostacoli nel farlo, ispirati dalle dirette tenute nella comunità di Facebook Focusing e Dintorni. Prendersi cura di sé, cosa significa? Ogni volta che chiedo ad un cliente cosa vuol dire quando dice “voglio prendermi cura di me”, ho sempre una risposta differente. Ognuno di noi ha un’idea diversa di cosa significa prendersi cura di sé: c’è chi si focalizza principalmente sull’aspetto fisico chi sulla salute in senso stretto chi sugli aspetti emotivo-relazionali altri ancora sull’aspetto energetico e spirituale chi sulla ricerca di significato della propria vita, la mia negli ultimi 10 anni, ma concordo anche con questa citazione di Freud, eheh. Il momento in cui ci si chiede il significato della vita, si è malati. Sigmund Freud Perché prendersi cura di sé Potremmo scomodare filosofia e spiritualità, e invece il tutto si riassume in una espressione che ho sentito la prima volta …

Gabbiano che vola

La Pratica del mattino, perché averne una?

Praticare al mattino è utile perché agisce sul nostro sistema nervoso vegetativo quello che non è sotto il controllo volontario, ma involontario e che innerva tutti gli organi; regola l’aumento e la diminuzione di parametri come la frequenza cardiaca, gli atti respiratori; permette la peristalsi intestinale ecc. ecc. Prevenire è meglio che curare Agire volontariamente sul sistema neurovegetativo, riequilibrandolo e rendendolo meno influenzabile da fattori ambientali “esterni” è qualcosa che l’essere umano pratica da millenni con discipline varie. I fattori “esterni” incidono su pensieri, emozioni e/o sensazioni creando disequilibrio, allenare questo sistema in tempo di pace, vuol dire essere pronti in tempo di guerra, o almeno un pò meno influenzabili. Può fare la differenza tra una giornata in balia del vento di maestrale e una invece con il timone della propria vita tra le mani, vuol dire essere in grado di farsi strada grazie al vento e non contro di esso. Quando il “sapere” non vuol dire saper fare Quando ho iniziato a praticare yoga nel 2001 con la mia prima insegnante Lucia Volta, ad …

Iniziare il nuovo anno come fosse un nuovo viaggio

Come iniziare il Nuovo Anno col piede giusto

L’arrivo del Nuovo Anno è un momento della vita che può essere carico di sensazioni differenti e uniche per via del fatto che ogni anno trascorso non è mai uguale al precedente, ma di contro sono sempre uguali le cose spiacevoli e ingiuste che ci diciamo se non abbiamo soddisfatto le aspettative che avevamo quando è cominciato, per questo continua a leggere se vuoi iniziare l’anno col piede giusto come me. Odiare i cambiamenti Questo è ancora più vero per chi fa di tutto per evitare il cambiamento di qualsiasi natura: temendo lo scorrere del tempo, percorrendo sempre le stesse “strade” perché note, facendo sempre tutto allo stesso modo, vedendo sempre le stesse persone, vivendo una esistenza piatta e apparentemente sicura. La ricerca di una falsa sicurezza il cui effetto è di sentirsi fondamentalmente tristi e avere come compagne costanti ansia e paura, oltre a causare resistenza al flusso della vita (ma così anche al suo potenziale vitale) ha un effetto “nocebo” che a quel punto diventa un circolo vizioso di profezie auto avveranti! Difendersi …